5° Gran Premio Extrema Ratio Tier 2 a Pozzaglio ed Uniti. Meteo avverso, crono e diverse DQ

5° Gran Premio Extrema Ratio Tier 2 a Pozzaglio ed Uniti. Meteo avverso, crono e diverse DQ

Domenica 5 maggio ho partecipato al secondo giorno di gara sanzionata IDPA del 5° Gran Premio Extrema Ratio Tier 2, organizzato dal Giglio Rosso Shooting Team, presso il campo di tiro di Pozzaglio ed Uniti (CR).

Purtroppo, non sono stata fortunata in tema di meteo, visto che il vento soffiava forte e la pioggia cadeva incessante. Questo ha causato un’ora circa di ritardo sull’inizio della gara IDPA, fino a quando la situazione non è diventata un po’ più contenuta. K-way, mantelline e pantaloni antipioggia, oltre che scarpe adeguate, sono state l’abbigliamento comune a tutti. E pensare che solo il giorno prima, sabato 4 maggio, la gara si è svolta con un clima di 25°C e sole!

Locandina gara IDPA

Ma non ci siamo demoralizzati e, una volta iniziato coi vari stage, ci si è concentrati e divertiti sulla gara. Quando il terreno ha cominciato a essere particolarmente fangoso e con presenza di pozzanghere vicino alle fault-lines, c’è stato un rapido intervento del team, che ha portato della ghiaia per rendere più fruibile il campo.

Gli stage erano 9, di cui due standard limited. Tra gli altri: un drop-turner attivato da pepper, un bobber attivato con apertura della porta, diversi bersagli ostaggiati o con soft cover, due stage con un ginocchio a terra e uno in posizione prona.

A inizio gara, dopo il consueto check della buffetteria e del vest (che in questo caso erano giacche e k-way), sono stati raccolti 7 colpi random a ogni tiratore per il controllo arma e crono.

Questa è una procedura che non viene svolta sempre di default a tutte le gare sanzionate IDPA, e difficilmente a tutti i tiratori. A Pozzaglio ed Uniti è stato invece dedicato uno stage ad hoc in modo da controllare la regolarità di tutti i tiratori. Non sono mancate infatti delle DQ, sia per arma non regolare che per colpi che non hanno raggiunto il fattore minimo previsto dal regolamento IDPA.

Tutte le armi sono state controllate e inserite nell’apposita cassetta IDPA. I colpi sono stati aperti col martello cinetico e le palle pesate. Gli altri colpi sono stati inseriti in un caricatore e sparati vicino al cronografo (che in questo caso era di tipo di ultima generazione a tecnologia radar) e misurati, per verificare che fossero a fattore.

La gara si è conclusa con 200 tiratori, 10 DQ e 10 DNF. Per tutti, è seguita l’estrazione dei biglietti della lotteria (3 per ogni tiratore, inclusi nella quota d’iscrizione). Tra i premi: palle colorate, kit di pulizia, e diversi tool offerti dall’azienda Extrema Ratio di Prato. E anche le medaglie per il podio, per l’occasione, avevano forma di coltellino.

Picture by FB (A.C.)

Un ringraziamento a tutto lo staff, gli SO, gli sponsor e gli organizzatori per la bella gara nonostante il clima avverso. Alla prossima sanzionata IDPA!

Segui TacchediMira

Lascia un commento

Chiudi il menu
Facebook
Instagram